lunedì 20 maggio 2013

Scarpe e luoghi comuni

Pensate ai pezzi che tutti conoscono, quelli che anche vostra nonna per sbaglio sa riconoscere, quelli davvero overplayed: le canzoni identificative di una band.
Pensate tipo a Losing My Religion.
Quante volte l'avrà cantata Micheal Stipe? Quante volte gliel'avranno chiesta? Quante volte hanno passato il video, bellissimo per altro, su Mtv? Mi sono sempre immaginata Stipe con la morte morale mentre gli chiedevano per milionesima volta di ricantarla, come Yorke con Creep.
I luoghi comuni sono così, come le canzoni overplayed, diventano tali proprio perché tutti li condividono ed alcuni sono vecchi quanto è vecchio l'uomo, quanto è vecchia la pietra od il fuoco.
Non ci sono più le mezze stagioni.


Think about the songs everybody knows, those that even your grandma can identify, the overplayed songs: the iconic tunes of a band.
Kinda like “Losing My Religion".
How many times has Michel Stipe sung it? How many times has he been asked to sing it? How many times has MTV aired that wonderful video? I’ve always pictured Stipe dying inside as people asked him to sing it for the millionth time, just as Yorke with “Creep”.
Clichés are just like overplayed songs, they become stereotypes because everybody agrees on the matter and some of those clichés are just as old as mankind, as rocks or as fire.
Spring and fall do not exist anymore.





Sono trentuno anni che lo sento asserire da chiunque come lamento quotidiano sostitutivo del buongiorno, trentuno anni in cui io, vivendo in mezzo al verde, di primavere e di autunni netti invero ne ho visti parecchi.
Perché esiste questo luogo comune? 
Come lo volete chiamare questo strano periodo di inversione totale?
Freddo in casa e caldo fuori, un'escursione termica paragonabile allo sbalzo giorno-notte nel deserto.
Le mezze stagioni esistono e sono quel momento dove parte della popolazione gira in canotta e l'altra ancora col piumino.
Chi sia poi in errore non spetta a me giudicarlo, io sono più preoccupata da un tema spinoso e di enorme portata morale: che scarpe mettersi?
Procediamo per un metodo analitico ad esclusione.
Non credo di doverlo nemmeno specificare ulteriormente che in ogni paese civile dovrebbero essere bandite  le spuntate e le scarpe con il plateau, vero?
Elimino anche gli stivali estivi, ossimoro vivente, insieme ai biker boots e simili che già nel 2011 non tolleravo più.
I sandali non li sopporto, unica eccezione sono i Salomè di Rondini ma  di quelli parleremo a Luglio non adesso.
Le creepers vere o le altre sneakers, tipo Converse o Superga, con il platform per cui molte impazziscono per me sono terrificanti quanto un paio di Free Run gialle con una gonna e mi rifiuto di parlarne.
Comprendo il sadico giogo della moda, comprendo gli infidi meccanismi di influenzamento celebrale a cui siamo sottoposte, ma quelle scarpe fanno piangere sangue e stanno male a chiunque.
Le ballerine le ho amate tanto solo ed esclusivamente nella versione basica, classica, monocromatica e rasoterra ma, diciamolo, non sono proprio hype.
Basta.
Cosa ci rimane? Cosa piace a Rossana?


I’ve been hearing this stereotyped sentence for 31 years, overused by anyone as a daily moan instead of “good morning”; and I gotta say that during these 31 years, as a person who lives surrounded by nature,  I have actually seen lots of proper spring/fall times.
Why does this cliché even exist?
How would you call this weird time of complete temperature inversion?
Cold inside the house but hot outside, a temperature range only comparable to the day-night temperature leap in the desert.
Spring and summer do exist and they occur in the exact moment when one side of the population already wears tank tops, while the other side still wears coats. It isn’t up to me to decide who does the wrong thing here, as I’m more worried about a thorny issue with a huge moral impact: Which shoes should we wear?
Let’s get into it by elimination.

I shouldn’t even point out that every evolved country should ban peep-toe shoes and platform pumps, isn’t it?
I exclude summer boots, living oxymoron, and biker boots too,  a type of shoes that I couldn’t stand even in 2011.
I can’t put up with sandals, except for the Rondini “Salomè”, but we’ll talk about them in July, not now.
I refuse to talk about creepers or any other kind of platform sneakers -like Converse or Superga- that everyone has been craving but which, in my opinion, are as terrifying as a pair of yellow Free Run matched with a skirt.
I understand the evil domination of fashion, I understand the deceitful mechanisms of persuasion we’re subject to, but those shoes make cry blood and plus, no one looks good in them.
I loved ballet flats so much only in their basic version, the classic, monochrome, flat one. But, let’s say it, they’re just not hype anymore.

Enough.

What’s left? What does Rossana like?


Slippers.


A quelle che vi dicono che sono da Briatore, che sembrano pantofole o che sono vampiriche non capiscono una fava.
Le amo in tutti i colori, per il momento ne ho un paio customizzate da me di Zara che molte di voi hanno visto su IG e di cui in tante mi avete chiesto info.
Presto ne farò un post insieme ad un altro mio diy di Zoe Karssen, promesso.
Per me sono le nuove ballerine e ora ne vorrei un paio colorato estivo, magari a righe, di Charles Philip.
Accetto suggerimenti in merito visto che io non so decidermi.


To those who keep saying they’re a Flavio Briatore sort of shoes, to those who keep saying they look like house slippers or that they’ve been conceived for vampires, to those people I say: You do not understand a damn thing.
I adore them in any colour, as of now I own a Zara pair, customized by me, that a lot of you already saw on Instagram and so many of you asked me about.
Soon I’m going to publish a post about this DIY, together with a Zoe Karssen one I made, I promise.
In my opinion slippers are the new ballet flats and I crave a Charles Philip summer-colourful pair, perhaps a striped one.
As I can’t really make up my mind on this matter, any suggestion is welcome.






Kitten Heels.



Temo siano da Manrepeller ma siamo oneste, da quando gli uomini eterosessuali hanno buongusto?
Sceglierei Valentino per sempre.


I fear they’re a Manrepeller type of shoes but let’s be honest, since when do straight men have fashion sense?
I’d pick Valentino, obviously.




Le espadrillas.


Non so per quale allucinante motivo mi piacciano ma è così.
Forse è colpa di Chanel?
Ovviamente io ne ho un paio dal valore di otto euro e forse è più che sufficiente.


I don’t really know why I like them but for an unknown, scary reason I do.
Is perhaps Chanel’s fault?
I bought a pair of espadrillas for eight euros, and maybe it’s more than enough.

Traduzione a cura di Silvia Granzo

29 commenti:

  1. Questo post cade a fagiuolo per la sottoscritta, visto che da un mese non so cosa mettere. Sono sempre stata perplessa sugli stivali estivi e le creepers le trovo un po' tamarre. Le slippers invece mi piacciono ma non ne ho trovate molte in giro...
    Per quanto riguarda le espadrillas mi sono innamorata di quelle di valentino ma per 400 euro anche no (nel senso che vorrei ma non posso).
    Pollice alzato per te e serviette :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Sì sono belle ma 400€ è davvero tantino per delle scarpe di corda

      Elimina
  2. io è da anni che penso a che scarpe senza tacchi esistono da indossare con le gonne ( senza dover rimanere confinata tra le mura di casa) e per ora l'unica risposta è stata ballerine: le slippers sono in fase di studio ^^
    le espadrillas non mi piacciono ( alle superiori le persone mi consideravano hippie e ho sempre il terrore di sembrarlo ancora / mi piace la loro cultura, non l'abbigliamento) i kitten heels sono adorabili ma non so se riuscirei a camminarci ( io baro con i tacchi: li ho alti ma non sottilissimi :) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì le uniche sono le ballerine o stivali in inverno!

      Elimina
  3. I love your blog and the way u introduce your post.
    Great work Rossana!!!!!
    Lauren for itheart

    RispondiElimina
  4. I kitten heels e le espadrillas non ce la faccio. Ma le slippers di Charles Philip sono davvero belle...le sto puntando pure io! Poi va a finire sempre che mi arrendo alle ballerine, per la cronaca eh. Ho preso le Repetto in 5 colori e ci faccio l'estate -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara,
      Le Repetto le ho anch'io ed ovviamente continuerò ad usarle :)
      Sono comodissime

      Elimina
  5. brogues, no? in questo periodo sono l'ideale!

    RispondiElimina
  6. anche a me ultimamente piacciono le slippers ;-)
    le espadrillas rasoterra invece non riesco a farmele piacere. Eppure abito al mare! Le kitten heels le trovo belle, secondo me non sono poi così manrepeller!!
    giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono molto e tutto sommato sono anche femminili!

      Elimina
  7. io sono anti ballerine (mi fanno maleeeeee) e anti slippers ancora di più! nelle stagioni di mezzo indosso booties in stile "pistol boots" di acne e roba simile da diversi anni senza stancarmi, converse come se piovesse e décolletées dal tacco 7-11 intercambiabile.

    MODEMOISELLE
    fashion beauty & lifestyle

    mode-moi-selle.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti fanno male sui talloni?Forse perché sono molto basse.
      I Pistol in effetti sono molto comodi ora

      Elimina
    2. esatto, mi strasegano i talloni..e così le stringate uff :(

      Elimina
  8. Ti faccio un applauso scrosciante per la messa al bando di turpidini quali: spuntate/peep toe, plateau, stivali estivi e biker boots. Terrore. Una mia collega indossa con orgoglio un paio di stivali estivi bianchi traforati. Orrore, anzi, ovvove.
    Io sono pro-ballerine (Porselli su tutte) e pro-kitten heel. Zara ha clonato dei kitten heel di Prada non male, come fece tempo fa con un paio di Stella McCartney.
    Le Superga basiche per me sono carine, mi ricordano tanto il liceo (anni Novanta, ovvio).
    Un bacio, e attendo con ansia il post sui sandali. Da noi in spiaggia o indossi i K St. Jacques (dal prezzo esorbitante) o sei una barbona. Allegria!

    LKF

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AAAAAA gli stivali traforati sono TERRIBILI

      Elimina
  9. Per me il problema è in viaggio...poco spazio in valigia (maledetta Ryan), comodità x camminare, ma poi la sera?Mica ti puoi muovere in macchina! Quindi alla fine...ballerine ballerine ballerine (che mia mamma poi chiama ancora Cenerentole!)
    Baci cari ciaoo
    Gi

    RispondiElimina
  10. Ciao Ross, come le vedi le stringate in nappa di Fratelli Rossetti? ps le iniziali sono anche le stesse!!!

    RispondiElimina
  11. Are u a radiohead fan?^_^

    RispondiElimina
  12. Io vivo in ballerine e come te prediligo i modelli basic, da l'anno scorso mi sono convertita anche alle slippers (curiosa di vedere le tue acquistare su Luisaviaroma), quanto alle espadrillas nelle ultime estati sono diventate compagne inseperabili (le indossa tanto anche lui, ovviamente durante il giorno in vacanza :-p). Le abbiamo comprate a 4,50 in una delle più vecchie alpargaterie a Madrid ormai credo 5 anni fa! Però quelle Chanel non mi piacciono tanto :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrica!:)
      Anch'io ho delle espadrillas gialle comprate per pochissimo che sono sempre ottime.

      Elimina
  13. Sono sempre dilemmi quando si tratta di scarpe di mezza stagione.. Così corro ai ripari grazie a brogue, pointed flats e le senza tempo superga. Si anche a espadrillas, completamente approvate :)

    RispondiElimina
  14. Meravigliosi i Salomè di Rondini!!! Pensa che sono riuscita addirittura a farli apprezzare (e portare) anche da mio marito, nella versione da uomo ovviamente!

    RispondiElimina