mercoledì 22 maggio 2013

Questo dovrebbe essere un #diy

Ho la manualità di Australopithecus Afarensis, non so nemmeno attaccare un bottone, a volte sono talmente imbranata con le cose manuali- poche battute- che temo di non essere dotata di pollice opponibile ma, malgrado tali sciagurate premesse, a grande richiesta vi faccio un diy post.
L'oggetto della mia diabolica manualità erano le slippers personalizzate con le iniziali che avevo visto su tantissima gente giusta come Carlotta Oddi, sulla stilosissima Elena Braghieri e su Garance.
Incurante del pericolo e della pubblica gogna, armata di potenti mezzi tecnologici come un paint ed un iphone, vi mostro le mie slippers personalizzate con sapiente ingegno.

Scarpe per gente con problemi evidenti di ego ma orgogliosi di tali turbe.

Su Instagram e via mail mi avete chiesto in tante come ho fatto a realizzarle, alcune di voi, tenerissime, mi hanno persino chiesto se le avessi ricamate ioahahahaha.

Mi fa piacere che mi sopravvalutiate fino a tal punto ma, davvero, io non so infilare il filo nella cruna di un ago e non ho la più pallida idea di come si possa ricamare qualcosa.
Dunque, veniamo a noi: mi sono recata nel mio locus amenus, Zara, e ho comprato le slippers basiche nere in vellutino per un costo di € 29.90.
Poi ho deciso che avrei messo delle lettere piccole, non le classiche grosse da mettere sulla scarpa che si vedono in giro, e non in corsivo.
Sono andata in merceria e ho preso delle lettere da stirare, quelle non in velluto ma tipo ricamate con il filo per capirci, grandi un centimetro e mezzo per un costo di € 1.10.
Ora, qui le vie si dividono: o le incollate o le stirate.
Io ho preferito la seconda strada perché la colla non mi sembrava una buona idea.


Ho posizionato le lettere sull'angolino esterno dello scollo della scarpa e ci ho messo sopra fazzolettino di stoffa per proteggere il velluto dal calore.
Non so se tale espediente alchemico abbia qualche base scientifica ma ho un ricordo di mia nonna che ogni tanto usava il fazzoletto quando stirava.
Poi, con abile colpo di genio, ho preso la piastra per i capelli e l'ho usata al posto del ferro da stiro così ho saldato bene le lettere toccando pochissimo il velluto della scarpa.
Ho tenuto la piastra a 180° per alcuni secondi e via: le mie slippers erano pronte come le avete viste sul mio Instagram.
Le ho usate in ogni situazione atmosferiche e le lettere sono ancora lì, salde ed inglobate, belle come il primo giorno.

Lago, prato e polpacci da terzino inglese


23 commenti:

  1. Chapeau per la piastra. Espediente ge-nia-le

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu stai avanti! Anche io mi sono cimentata in un DIY, http://marcismygod.blogspot.it/2013/04/diy-starfish-macrame-sliding-knot.html have a look!

      xoxo

      Elimina
  2. grande idea!!
    penso proprio che ti ruberò l'idea di andare in merceria a prendere le iniziali :)..

    RispondiElimina
  3. Super!!!!!!!
    Ciao a presto
    Gi

    RispondiElimina
  4. La piastra per capelli...sei un genio biondo!!:D

    RispondiElimina
  5. ahahah sei fantastica! voglio provare anche io ^.^

    RispondiElimina
  6. Usare la piastra per capelli invece del ferro ... perché sei italiana, bionda e pertanto geniale e performante ! Perché io da tedesca castana rigida avrei usato il ferro da stiro e probabilmente avrei rovinato, in ordine sparso, scarpe, lettere, fazzolettino e ferro ! Perché se c'è scritto ferro, nel dubbio, io uso il ferro ! Tedesca sono ....
    Martina, quella crucca di BloggHer women's kaleidoscope

    RispondiElimina
  7. Belle!!

    nuovo post sul mio blog :) ti aspetto!
    http://solocosesemplici.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Belle!

    nuovo post sul mio blog :) ti aspetto!
    http://solocosesemplici.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Grandiosa! Diabolicamente geniale!!

    RispondiElimina
  10. Una genialata la piastra, brava la Rossana!

    RispondiElimina
  11. questo mi sembra un luogo sicuro dove poter ammettere che usare la piastra solo per stirare i capelli è un grande spreco. io la uso anche per "rinfrescare" la stiratura del colletto delle camicie all'ultimo minuto. ferro da stiro,stay away.
    ;-)
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ogni tanto mi stiro i colletti :D

      Elimina
  12. Grazie ragazze,
    In effetti la pensata della piastra ha stupito pure me!:)

    RispondiElimina
  13. Ma che bel diy! I trucchi delle nonne sono i migliori :) sai che abbiamo le stesse slippers di zara? E' una buonissima incollarci sopra le iniziali... valuterò questa possibilità! <3
    Un bacione
    Francesca di http://everydaycoffee23.blogspot.it

    RispondiElimina
  14. Tu sei G-E-N-I-A-L-E! Copio immediatamente con le espadrillas appena prese da Pull&Bear!

    RispondiElimina
  15. love them

    http://thevogueword.com/
    http://thevogueword.com/

    RispondiElimina
  16. Un grande e semplice lavoro! Queste si che sono delle vere slipper personalizzate! :-)

    Miriam
    Fashion Crazy Ball and My Facebook Page

    RispondiElimina
  17. Tu sei un geniaccio!! Idea stupenda, peccato essere plantaremunita e non poter possedere delle slippers (che adoro)

    RispondiElimina
  18. Tristezza: ho comprato le slippers, ma ora trovare le dannate lettere è una mission impossible...ho chiamato in almeno 20 mercerie ma nessuna che le abbia.
    e adesso?? :-(((

    RispondiElimina